A preview of my new book project on non-places and supermodernity

 

Traiettorie

Traiettorie in forma di rampa

ruotano senza preavviso,

s’intersecano in galleria

sopra l’immenso vuoto.

 

Una vertigine pervade le interiora.

 

Acqua Village

Api regine ronzano ossessive

nel bagnoschiuma esistenziale.

 

Bagnini, novelli arbitri d’etichetta,

fischiano, ammoniscono, giudicano

le silhouettes pensose dei bagnanti.

 

Tricipidi gorgeggiano nel cloro,

un figlio e una sottana per famiglia.

 

A fine stagione sociologi e giornalisti di costume

registreranno età medie spaventosamente alte nella vasca.

 


Ospedaliera

Concentrici corridoi senza finestre

girano vertiginosi su se stessi,

porte serrano stanze bunker

e aprono su squarci di personale

specializzato, etnicamente differenziato.

 

Il tepore terapeutico delle piscine,

mani lavate ad evitar contagi

lividi, radiografie, carrozelle,

braccia e gole infilate da.

 

Mozartiani solfeggi

scandiscono le notti in nero,

rilassano coscienze sporche di genitori

che si sorprendono a pregare uniti.

 

 

Junkspace

  • Categories →
  • Poetry
 

Clients

client logos